Ricerca Annunci


Who's Online

 7 visitatori online
ESERCITARSI CON LA LOGOPEDIA A CASA PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 22 Febbraio 2010 21:54

Non è mai tardi per esercitarsi con la logopedia; oltre che con i logopedisti di professione, anche la propria casa e la famiglia possono essere fonte di ispirazione e sostegno per sviluppare nuovi esercizi. Ecco un'esperienza eccezionale la cui storia, dal principio sino ad oggi, potete trovare qui:

http://l-impiantococleare.blogspot.com

Crediamo sia particolarmente affascinante la circostanza dove i bambini divengono i terapisti mentre l’adulto è il paziente.

Ringraziamo Lidia per averci reso partecipi della sua esperienza e Dino per il prezioso aiuto.

Logopedia domestica dopo impianto cocleare su un adulto

Ecco elencati degli esercizi semplici che chiunque può fare con i propri familiari, per tutto il tempo che vuole. Non possono essere considerati un'alternativa a una terapia professionale...

in quanto ogni terapia viene programmata in maniera personalizzata, soltanto possono essere considerati una specie di "compiti a casa".

 

Gli esercizi sono in ordine di difficoltà dai più facili a quelli via via più difficili anche se ognuno potrà trovarli più o meno difficoltosi.

Tutti gli esercizi vanno proposti con la bocca schermata.

 

1) Un foglio in mano con tante coppie di parole, una corta e l'altra lunga, e si deve identificare la parola. Se si sbaglia si ripete.

2) Si leggono frasi dove cambia solo una parola, tipo il mio amico va a casa - o il mio amico va a lavorare.....si deve ripetere la frase esatta

3) Parole con l'indizio, cioè,  di uno stesso contesto, esempio nomi di vini, oppure oggetti che si trovano in cucina o nomi di città...;

4) Identificare le vocali nei fonemi, per esempio sci sce scia sciu scio oppure ti te ta to tu;

5) Leggere una pagina di un libro, la lettura viene fermata all'improvviso e si deve ripetere l'ultima cosa detta, esempio la casa è nuova ma......si ferma, e si deve ripetere il ma;

6) Leggere una pagina di un libro e viene ripetuta frase per frase, si inizia leggendo piano e poi via via aumenta fino a leggere con la velocità del normale parlato...;

7) Riconoscimento di vocali tra due (es. a/e o/u i/e)

8) Risposte a domande prima semplici poi più complesse

 

Un livello successivo suggerisce i seguenti esercizi

1) Riconoscimento di consonanti in gruppi di fonemi (tipo BA CA GA DA FA). Oppure agia-acia-aga-afa-ama-ana-aba-aka-ata-ala-ava

2) Speech tracking, la lettura in un minuto parola per parola che vanno ripetuta di testi via via più difficili, da libri per bambine a brani di romanzo ad articoli di giornali dal gossip all'economia. Varianti: parole senza contesto scelte tra i titoli di un giornale aperto. Oppure completamente senza contesto, sempre contando quante se ne riconoscono in un minuto

3) lettura di un testo con difficoltà (esempio con presenza di termini dialettali, non del mio dialetto - articoli economici con tante parole inglesi del mondo del busines - storie mitologiche greche, con nomi strani di dei...etc.) - ne viene proposta la lettura e si ripete.

4) lettura da un vocabolario di cose abbastanza strane, intendo lettura letterale di quanto scritto. Il vocabolario non è recentissimo.

5) lettura di nome cognome via e numero civico e comune dall'elenco del telefono. Nomi non consueti di persone, ditte, ristoranti.

6) Le "non parole": una parola di senso compiuto e una simile che varia solo una consonante. Riconoscerle entrambe (esempio coccodrillo/cottodrillo; piumini/piulini). Variante: parola di senso compiuto e non parola completamente diversa.

7) Scindere due parole bisillabiche e proporle insieme, unificando prima la prima coppia poi la seconda. Esempio tasche e pelo sarà ta-pe sche-lo. Ripetere sia la coppia senza senso che le due parole di senso compiuto.

Se in casa ci sono bambini si possono fare anche questi esercizi:

1) chiedere loro le tabelline e vedere se si capiscono le risposte

2) più difficile chiedono loro di effettuare semplici operazioni

3) leggere un brano dei loro libri di testo e bisogna rispondere alle domande che di solito concludono queste pagine.

4) ascoltare, a bocca schermata, una piccola filastrocca (su internet si trovano facilmente molte raccolte) e darne un titolo a partire di quanto si è capito

5) un cruciverba facile, il bambino legge la definizione e si prova a indovinare la parola.

 
Utenti : 470
Contenuti : 30
Link web : 52
Tot. visite contenuti : 355373